12 cose che potresti non sapere del tuo cane

Conosci il significato di tutte le manifestazioni del tuo cane e di alcuni suoi sorprendenti comportamenti?

Fossi in te mi preparerei a prendere appunti!

I comportamenti del cane e il significato connesso sono dei veri e propri indizi. Un quadrupede che lecca, che muove la coda o gira in tondo potrebbe nascondere problemi di salute.

Qualsiasi dubbio o incertezza ci impongono di chiedere il parere del veterinario. Solo lui potrà dirci se si tratta di un falso allarme o fare un’eventuale diagnosi. In questi casi, prima si interviene meglio è.

1. Alitosi

La bocca del nostro amico a quattro zampe non è il posto più profumato. Di certo non profuma di menta, ma se notiamo un cambiamento significativo e repentino, potrebbe trattarsi di alitosi.

Ecco il primo dei comportamenti del cane e il significato a esso correlato. Potrebbe dipendere da una cattiva igiene orale, ma non solo. Potrebbe avere disturbi al tratto gastrointestinale, al fegato. Se l’alito di Fido sa di urina, ad esempio, potrebbe avere un problema ai reni. Potrebbe trattarsi anche di diabete (soprattutto se beve e fa la pipì più spesso).

2. Quando morde

I cuccioli mordono per conoscere e imparare a comunicare. Questo di solito succede quando giocano: si tratta di uno strumento di interazione. Può accadere anche durante l’addestramento. L’importante è che non si trasformi in un atteggiamento negativo e patologico.

I cani possono mordere anche per ansia, paura o aggressività. Se non siamo in grado di capire il motivo o abbiamo difficoltà a farli smettere, consideriamo l’opportunità di rivolgersi a un etologo esperto e qualificato.

3. Gira in tondo

I quadrupedi che camminano sempre seguendo una linea immaginaria circolare, magari cercando di mordersi la coda, potrebbero avere problemi di salute. Ecco perché il cane si morde la coda.

Potrebbe trattarsi di infezioni alle orecchie; negli amici a quattro zampe avanti con l’età di sindrome vestibolare idiopatica. Tutti poi, purtroppo, sono a rischio avvelenamento o tumore al cervello. Soltanto il veterinario può determinare la causa del girovagare e stabilire l’eventuale trattamento più adatto.

4. E se Fido scava?

I cani scavano nel terreno per molte ragioni: per scappare, trovare altri animali, nascondere qualcosa di importante per loro. Tuttavia, alcuni esemplari lo fanno anche sulla tappezzeria, e questo potrebbe essere un problema.

In casi del genere è meglio frenare questo impulso distruttivo e pensare a dei corsi di addestramento per cuccioli o di chiedere comunque il supporto di un etologo.

5. O mangia la cacca?

I cani mangiano le feci per diverse ragioni. Per quanto sia sgradevole ai nostri occhi, potrebbe trattarsi di un comportamento normale. I cuccioli, infatti, osservano la mamma che li pulisce (e quindi mangia la cacca) e la imitano.

La paura di eventuali ripercussioni potrebbe essere un altro motivo; oppure potrebbe essere un atteggiamento dettato dalla curiosità: possono sentire alcuni odori nelle feci e chiedersi che sapore abbiano. Attenzione anche alle carenze nutrizionali: assicuriamoci che Fido segua una dieta sana e bilanciata.

6. Testa contro il muro

Se notiamo che il nostro amico a quattro zampe preme la testa contro il muro o un altro oggetto statico, è bene fare una visita urgente dal veterinario.

Potrebbe essere il segnale di numerosi disturbi di una certa entità, come l’avvelenamento tossico o malattie neurologiche. La tempestività è fondamentale.

7. Quando ansima

I comportamenti del cane e il loro significato, in questo caso, potrebbero dipendere da un problema di regolazione della temperatura corporea. Quando Fido ansima, probabilmente ha troppo caldo. Tuttavia, è importante prestare attenzione al respiro, perché potrebbe dipendere anche da algie persistenti.

Aiutiamo il nostro amico a quattro zampe a regolare la temperatura corporea e assicuriamoci che non ci si trovi di fronte a un caso di disidratazione. Attenzione anche a eventuali traumi ed episodi di ansia e stress.

8. O si siede tra le gambe

Abbiamo Fido sempre tra i piedi (letteralmente) potremmo essere portati a pensare che si tratti di un comportamento possessivo o di dominanza. Molto più spesso invece si tratta di un sintomo di ansia o nervosismo.

Chiediamo l’intervento di un etologo esperto, qualificato a risolvere problemi di questa natura. Nei casi più complessi potrebbe consigliarci un consulto specialistico.

9. Quando si trascina sul pavimento

Se il nostro fedele amico si siede per terra e si trascina con le zampe anteriori siamo di fronte a un comportamento strano, almeno ai nostri occhi.

In realtà significa che c’è qualcosa che gli provoca una irritazione all’ano. È possibile che abbia problemi alle ghiandole perianali e che sia necessario l’intervento del veterinario. Sarà lui a identificare eventuali altri problemi correlati.

10. E se urina in casa?

Se Fido è abituato a fare i propri bisogni solo ed esclusivamente durante le passeggiate quotidiane, potrebbe cercare di attirare la nostra attenzione facendo la pipì in casa.

Potrebbe trattarsi anche di un sintomo legato a un’infezione delle vie urinarie, vescicale o renale. Negli esemplari anziani potrebbe indicare un segno di demenza.

11. Non sbadiglia perché ha sonno

Contrariamente a quanto si possa pensare, lo sbadiglio nei cani non indica che hanno bisogno di dormire. Potrebbe avere voglia di fare un sonnellino, ma più probabilmente si tratta di un segno di timore o ansia.

Se sorprendiamo il nostro amico a quattro zampe a sbadigliare più frequentemente rispetto alla norma, vuol dire che non si sente a proprio agio, che qualcosa lo spaventa. Meglio chiedere un parere al veterinario.

12. Comportamenti ansiosi

Se Fido soffre di ansia potremmo notare una coda piegata o che scodinzola in un certo modo; fughe improvvise; bisogni fatti in casa; autolesionismo e molto altro.

Il cane può soffrire di ansia da separazione, la solitudine – tranne che nel caso di razze specifiche – non è una condizione che affronta con serenità. Lo dimostra il fatto che, una volta rientrati a casa dopo una giornata di lavoro, lo ritroviamo dietro la porta di ingresso, impaziente di saltarci addosso e di passare la sera insieme.

Prendiamo in considerazione l’idea di portarlo a fare una lunga passeggiata o di fare un bel gioco di recupero in giardino per stancarlo prima di andare in ufficio. Fido, un tempo socievole ed estremamente energico, non diventerà improvvisamente letargico e ritirato. Se lo fa, sta chiedendo aiuto.